Passa ai contenuti principali

Rassegna Stampa (16 Luglio 2017)



Buona domenica a tutti, oggi è giorno di rassegna stampa. Ogni domenica andremo a vedere le prime pagine dei principali quotidiani italiani e non solo, fatemi sapere se questa serie vi piace attraverso un commento, e ricordatevi di seguire le pagine Facebook, Instagram e Google+ dedicate al Blog. Vi anticipo che domani e ogni lunedì aprirò un sondaggio. Iniziamo.


La Gazzetta dello Sport:


La Gazzetta dedica la prima pagina alle milanesi e al mercato diverso che stanno facendo, infatti abbiamo visto un Milan pigliatutto mentre l'Inter non ha ancora fatto gran che, complice anche il Fair play finanziario da ripagare. Nonostante questo Spalletti rassicura i tifosi dicendo che a fine campionato l'Inter sarà tra le prime quattro pur sottolineando che c'è bisogno di qualche rinforzo.

Tuttosport:


Il quotidiano torinese intitola così la prima pagina, dicendo in maniera quasi frustrata a Montella di fare ora la sua parte. Il tecnico rossonero ha avuto il suo giocattolino e ora deve farlo funzionare. Sulla destra troviamo uno spazio dedicato alla Juve che ha nel mirino Can del Liverpool, mentre sulla sinistra viene mostrata la delusione di Mihajlovic.

Il Corriere dello Sport Stadio:


S.O.S. Spalletti, dopo la sconfitta in amichevole contro i tedeschi del Norimberga, l'Inter deve sbloccare il suo mercato, servono rinforzi al tecnico toscano. Spazio dedicato anche a Sebastian Vettel che è stato eletto il miglior pilota dell'anno dai lettori del Corriere. In fondo alla pagina riquadri dedicati al Tour, a Wimbledon, al rinnovo di Nainggolan e all'affare Juve-Matic.

QS:


L'ex Pioli nega all'Inter Vecino, affermando che sarà il titolare della nuova Fiorentina.
Tour: Aru non riesce a confermarsi e la maglia gialla torna a Froome ma c'è ancora la speranza per il titolo finale.

Sport:


Darò tutto per il Barça, queste sono le parole del nuovo acquisto blaugrana Semedo, così intitola il quotidiano catalano Sport. Rimanendo in casa Barça, Deulofeu firma fino al 2019.

Il Corriere dello Sport:


Dedicata a Sebastian Vettel la prima pagina del "semplicemente passione" Vettel è il principale candidato per la vittoria del mondiale. Intanto a Silverstone il tedesco è terzo, Raikkonen scatta dalla prima fila.

Il Blog Del Tifoso News:


Il primo quotidiano del Blog, nella prima e unica pagina le altre notizie che non sono state messe in primo piano dagli altri giornali.
Bonucci è del Milan, alla Juve 40 milioni più 2 di bonus, mentre al giocatore 5 anni a 8 milioni che diventando 10 con i bonus e la fascia da capitano. Capitano che dopo l'addio di Rodriguez diventa Astori in casa viola, lo ha annunciato ieri Stefano Pioli nell'incontro con i tifosi. "Onorato" si definisce l'ex Roma e Cagliari.
Calciomercato: 
Milan, è rossonero anche Biglia. 
Juve; piace molto Matic ma nel caso fallisse Matuidi è l'alternativa. Dopo Douglas si tratta ancora per Bernardeschi. Per il dopo Bonucci non ci sono ancora nomi, potrebbe non arrivare nessuno, Caldara rimarrà a Bergamo. 
Fiorentina; Barzagli accostato alla viola
Napoli; arriva Rui a Dimaro.
Torino; si spegne la pista Zapata, si va sul Ciolito. La priorità è tenere Belotti, piace a Chelsea e Milan. 
Roma; si cerca il dopo Salah si propone a Monchi Nasri. Si tratta per Barreca, il Toro però non lo molla.
Inter; Perisic abbandona il ritiro per un dolore alle gengive, se deve partire lo deve fare entro l'inizio della Tournée in Cina. Quasi fatta per Dalbert del Nizza. Si tratta per Keita e Berardi.
Estero: 
Dortmund; preso il giovane Dahoud
Barcelona; Rakitic può sbloccare Verratti, il PSG lo cede a 100 milioni senza il Croato se arriva Mbappè.
United; la chiave per Perisic può essere Martial

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere che ne pensate di questa nuova serie. Seguite le pagine Instagram, Facebook e Google+ e attivate le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog del Tifoso e sul mondo dello sport. Un saluto, ci vediamo domani con un nuovo articolo.


Di Simone Palumbo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Che partita... orrenda, l'Italia ne prende tre al Bernabéu. Le cause della sconfitta

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

"Vi stupiremo" queste le parole di Ventura alla vigilia del match contro gli iberci, e almeno su questo il tecnico della nazionale non ha sbagliato, nessuno però si aspettava una prestazione così brutta degli azzurri che in partita non sono mai entrati, giornata perfetta per la Spagna che ha potuto fare tutto quello che voleva, si è goduta le giocate di Isco e il ritorno del suo miglior marcatore, David Villa.


Ma quali sono le cause di questa pesante sconfitta?
Sicuramente il modulo ha inciso, le partite si vincono a centrocampo e non ti puoi permettere di andare ad affrontare la Spagna, che fa del possesso la sua arma migliore, con solo due uomini in mezzo al campo. Ma questo non è l'unico motivo per il quale l'ipotesi 4-2-4 doveva essere scartata immediatamente, gli azzurri contro la Roja si sono schierati con Darmian e Spinazzola, due che nei rispettivi campionati non hanno giocato neanche un minuto, e sebbene Darmian …

Italia: o si cambia o si resta a casa

Una sconfitta pesante da parte degli azzurri ieri sera alla Friends Arena contro la Svezia, una bruttissima prestazione degli azzurri, complice anche un arbitraggio scandaloso e un gioco molto scorretto dei giocatori svedesi. Tutti questi elementi messi assieme hanno portato ad un risultato che non ci fa per nulla piacere. Al ritorno a San Siro infatti, sarà assolutamente vietato prendere gol e bisognerà fare la partita perfetta se questa nazionale non vuole entrare nella storia per non essersi qualificata ai mondiali.

Il riassunto della partita
L'Italia sbaglia completamente l'approccio alla gara, pochissime occasioni create, la squadra sembrava che stesse aspettando di prender gol, nel finale sono saliti tutti ma senza una vera organizzazione tattica, il risultato è stato condizionato anche dall'arbitraggio, molteplici sono stati i falli degli svedesi non sanzionati, i nostri sono stati massacrati fisicamente, per non parlare del gol preso, nato da una distrazione della…

Ora Gerard tocca a te

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

Nella vittoria a Madrid contro il Getafe Valverde perde uno dei pezzi più pregiati della sua rosa, l'uomo mercato della calda estate blaugrana, chiamato a sostituire Neymar, ma che ora dovrà recuperare sia dall'infortunio, sia la condizione fisica e in più non sarà ancora integrato con il resto della squadra, quasi una stagione buttata per un "ragazzino" pagato quasi 150 milioni, ora costretto a star fermo per almeno 4 mesi.
Ma come l'infortunio di Milik nel Napoli, ha permesso di scoprire a Sarri la dote di bomber di Mertens, Valverde ora può puntare sul talento di Gerard Deulofeu, il canterano da quando è tornato ha sempre offerto grandi prestazioni quando è stato chiamato in causa. Ma l'ex Everton non è l'unico giocatore disponibile per Valverde in quel ruolo, l'infortunio di Dembélé da spazio anche a due giocatori quali Denis Suarez e Arda Turan, due giocatori pieni di talento ma che devono essere recu…