Passa ai contenuti principali

Rassegna Stampa (16 Luglio 2017)



Buona domenica a tutti, oggi è giorno di rassegna stampa. Ogni domenica andremo a vedere le prime pagine dei principali quotidiani italiani e non solo, fatemi sapere se questa serie vi piace attraverso un commento, e ricordatevi di seguire le pagine Facebook, Instagram e Google+ dedicate al Blog. Vi anticipo che domani e ogni lunedì aprirò un sondaggio. Iniziamo.


La Gazzetta dello Sport:


La Gazzetta dedica la prima pagina alle milanesi e al mercato diverso che stanno facendo, infatti abbiamo visto un Milan pigliatutto mentre l'Inter non ha ancora fatto gran che, complice anche il Fair play finanziario da ripagare. Nonostante questo Spalletti rassicura i tifosi dicendo che a fine campionato l'Inter sarà tra le prime quattro pur sottolineando che c'è bisogno di qualche rinforzo.

Tuttosport:


Il quotidiano torinese intitola così la prima pagina, dicendo in maniera quasi frustrata a Montella di fare ora la sua parte. Il tecnico rossonero ha avuto il suo giocattolino e ora deve farlo funzionare. Sulla destra troviamo uno spazio dedicato alla Juve che ha nel mirino Can del Liverpool, mentre sulla sinistra viene mostrata la delusione di Mihajlovic.

Il Corriere dello Sport Stadio:


S.O.S. Spalletti, dopo la sconfitta in amichevole contro i tedeschi del Norimberga, l'Inter deve sbloccare il suo mercato, servono rinforzi al tecnico toscano. Spazio dedicato anche a Sebastian Vettel che è stato eletto il miglior pilota dell'anno dai lettori del Corriere. In fondo alla pagina riquadri dedicati al Tour, a Wimbledon, al rinnovo di Nainggolan e all'affare Juve-Matic.

QS:


L'ex Pioli nega all'Inter Vecino, affermando che sarà il titolare della nuova Fiorentina.
Tour: Aru non riesce a confermarsi e la maglia gialla torna a Froome ma c'è ancora la speranza per il titolo finale.

Sport:


Darò tutto per il Barça, queste sono le parole del nuovo acquisto blaugrana Semedo, così intitola il quotidiano catalano Sport. Rimanendo in casa Barça, Deulofeu firma fino al 2019.

Il Corriere dello Sport:


Dedicata a Sebastian Vettel la prima pagina del "semplicemente passione" Vettel è il principale candidato per la vittoria del mondiale. Intanto a Silverstone il tedesco è terzo, Raikkonen scatta dalla prima fila.

Il Blog Del Tifoso News:


Il primo quotidiano del Blog, nella prima e unica pagina le altre notizie che non sono state messe in primo piano dagli altri giornali.
Bonucci è del Milan, alla Juve 40 milioni più 2 di bonus, mentre al giocatore 5 anni a 8 milioni che diventando 10 con i bonus e la fascia da capitano. Capitano che dopo l'addio di Rodriguez diventa Astori in casa viola, lo ha annunciato ieri Stefano Pioli nell'incontro con i tifosi. "Onorato" si definisce l'ex Roma e Cagliari.
Calciomercato: 
Milan, è rossonero anche Biglia. 
Juve; piace molto Matic ma nel caso fallisse Matuidi è l'alternativa. Dopo Douglas si tratta ancora per Bernardeschi. Per il dopo Bonucci non ci sono ancora nomi, potrebbe non arrivare nessuno, Caldara rimarrà a Bergamo. 
Fiorentina; Barzagli accostato alla viola
Napoli; arriva Rui a Dimaro.
Torino; si spegne la pista Zapata, si va sul Ciolito. La priorità è tenere Belotti, piace a Chelsea e Milan. 
Roma; si cerca il dopo Salah si propone a Monchi Nasri. Si tratta per Barreca, il Toro però non lo molla.
Inter; Perisic abbandona il ritiro per un dolore alle gengive, se deve partire lo deve fare entro l'inizio della Tournée in Cina. Quasi fatta per Dalbert del Nizza. Si tratta per Keita e Berardi.
Estero: 
Dortmund; preso il giovane Dahoud
Barcelona; Rakitic può sbloccare Verratti, il PSG lo cede a 100 milioni senza il Croato se arriva Mbappè.
United; la chiave per Perisic può essere Martial

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere che ne pensate di questa nuova serie. Seguite le pagine Instagram, Facebook e Google+ e attivate le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog del Tifoso e sul mondo dello sport. Un saluto, ci vediamo domani con un nuovo articolo.


Di Simone Palumbo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ora Gerard tocca a te

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

Nella vittoria a Madrid contro il Getafe Valverde perde uno dei pezzi più pregiati della sua rosa, l'uomo mercato della calda estate blaugrana, chiamato a sostituire Neymar, ma che ora dovrà recuperare sia dall'infortunio, sia la condizione fisica e in più non sarà ancora integrato con il resto della squadra, quasi una stagione buttata per un "ragazzino" pagato quasi 150 milioni, ora costretto a star fermo per almeno 4 mesi.
Ma come l'infortunio di Milik nel Napoli, ha permesso di scoprire a Sarri la dote di bomber di Mertens, Valverde ora può puntare sul talento di Gerard Deulofeu, il canterano da quando è tornato ha sempre offerto grandi prestazioni quando è stato chiamato in causa. Ma l'ex Everton non è l'unico giocatore disponibile per Valverde in quel ruolo, l'infortunio di Dembélé da spazio anche a due giocatori quali Denis Suarez e Arda Turan, due giocatori pieni di talento ma che devono essere recu…

Pagella Juventus 2016-2017

Pagella Juventus F.C.

Pagina Facebook

La Juventus anche quest'anno porta a casa sia la Tim Cup, sia la Serie A ma non riesce a vincere il suo reale obbiettivo, ovvero la Champions League dove si ferma solo in finale. Andiamo ad analizzare nello specifico le prestazioni dei singoli giocatori.
Voti in collaborazione con Mr. Tag Stefan
Descrizione a cura di Simone Palumbo

Gianluigi Buffon
: 8

A 39 anni è ancora uno dei giocatori chiave della Juve, spesso salva i bianconeri con interventi prodigiosi, peccato che non è riuscito ad alzare quel maledetto trofeo.

Neto Murara: 6

Quando viene chiamato in causa spesso fa desiderare, ma non è facile reggere il confronto con Buffon. Nel complesso offre buone prestazioni.

Elmil Audero: S.V.

Solo l'ultima giornata di campionato non è sufficiente per giudicare le prestazioni del portiere Italo-Singaporiano.

Giorgio Chiellini: 7.5

Ottima stagione per il gorilla che si conferma uno dei migliori al mondo nel suo ruolo, quest'anno si …

L'Italia si ferma contro il muro Spagna, fine del sogno azzurro. Analisi Euro U21, Spagna-Italia

Pagina Facebook
Pagina Instagram
Pagina Google+

A Cracovia l'Italia arriva senza Berardi e Conti per squalifica, li sostituiscono Calabria e Petagna. Gli azzurrini si trovano davanti la Spagna, l'avversario più tosto dell'Europeo.


La Spagna addormenta la partita con il solito Tiki-Taka e il ritmo è lento, non ci sono grandi azioni in un primo tempo squallido.
Inizia la ripresa, e ci sono ancora poche azioni. L'Italia difende molto bene ma al 53esimo lasciano uno spazio gli azzurrini e Saúl mette dentro da fuori area.
Al 58esimo fallo di frustrazione di Gagliardini, era già ammonito, doppio giallo in dieci gli azzurrini. Uomini di Di Biagio ci credono e con un'azione spettacolare dell'Italia in particolare di Bernardeschi, porta tutti a spazio poi il suo sinistro deviato finisce in rete.
Per la terza volta, si alza Cerri l'Italia segna.
La Spagna reagisce subito, dalla distanza sempre Saúl. In ritardo Donnarumma. Entra Cerri per Petagna al 73' l'It…