Passa ai contenuti principali

Fiorentina in vendita. Scelta in sbagliata o no?



Nelle scorse settimane si è parlato di una cessione in casa viola, ma non di un giocatore della Fiorentina, ma della società stessa. I Della Valle infatti hanno deciso di mettere il club in vendita a causa del loro rapporto ormai distrutto coi tifosi. Ma questa è una scelta sbagliata oppure no? Come ho detto i tifosi viola non hanno questo grandismo rapporto coi proprietari quindi giusta la cessione se la vediamo da questo punto. Ma proprio ora bisognava mettere in vendita la squadra? Ora che bisogna fare la campagna acquisti, ora che Valero è andato all'Inter, ora che si parla di Bernardeschi alla Juve e Kalinic e Badelj al Milan. Chi andrà a sostituirli?

Altra domanda che sorge spontanea è, ma se i Della Valle lasciano, chi prenderà il loro posto?

Dopo la cessione di Inter, Milan e Parma ai cinesi si può presumere che anche la Viola farà la stessa fine. Ma fortunatamente, per adesso non ci sono offerte. Andiamo ora a sentire le dichiarazioni del d.s. Corvino alla D.S. del 3 Luglio 2017

"Parliamo dei Della Valle: per una società questo passo indietro che cosa significa?"

"Per una società quando non vede che raggiunge certi obbiettivi soprattutto se poi viene da quattro qualificazioni in Europa in questo ultimo ciclo se poi nell'altro ciclo ancora precedente è coinciso con quattro qualificazioni in Champions League, nell'altro ciclo precedente prendere una squadra dalla C e portarla in A, una proprietà credo abbia le giuste motivazioni per fare anche delle considerazioni e vedere perché questo sta succedendo. Credo che la famiglia Della Valle abbia pensato a questo."

"I gioielli della Fiorentina sono praticamente in vetrina, li vogliono tutti. Mi dici un po com'è la situazione partendo da Bernardeschi."

"Noi abbiamo bisogno di ripartire con calciatori con grandi motivazioni, Bernardeschi lo abbiamo già dimostrato da mesi di voler ripartire da lui perché è un figlio del nostro settore giovanile come lo è Chiesa come lo è Babacar e quindi lo abbiamo dimostrato veramente in maniera forte e importante. Però ho detto, le motivazioni rimanere contenti e la prerogativa per rimanere con noi e iniziare un altro ciclo."

"Vi siete già mossi nel mercato in entrata andando a prendere giocatori di prospettiva: Hugo, Gaspar, quindi è questa la polemica della Fiorentina."

"Intanto sottolineamo che la Fiorentina dopo il Milan è la società che si è mossa di più nelle entrate, quindi questa è la dimostrazione che noi vogliamo ripartire e farlo come ho detto prima e come abbiamo sempre fatto: unendo esperienza a gioventù, unendo stranieri con italiani, mettendo anche dietro i ragazzi del nostro settore giovanile. Un sistema che abbiamo sempre adottato e che a volte ci ha portato a risultati al di fuori delle nostre possibilità."

Queste dunque erano le dichiarazioni del d.s. Viola Corvino alla Domenica Sportiva del 3 Luglio. In conclusione credo che se i Della Valle vogliano lasciare lo faranno tra parecchi mesi, sarà una trattativa "alla Milan" anche se c'è la possibilità che ciò non avvenga e che la società rimarrà con gli attuali proprietari.


Se l'articolo ti è piaciuto lascia un like e un commento, nel caso contrario dimmi ciò che non ti è garbato. Segui le pagine Instagram, Google+ e Facebook. Ci vediamo domani con un nuovo articolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Che partita... orrenda, l'Italia ne prende tre al Bernabéu. Le cause della sconfitta

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

"Vi stupiremo" queste le parole di Ventura alla vigilia del match contro gli iberci, e almeno su questo il tecnico della nazionale non ha sbagliato, nessuno però si aspettava una prestazione così brutta degli azzurri che in partita non sono mai entrati, giornata perfetta per la Spagna che ha potuto fare tutto quello che voleva, si è goduta le giocate di Isco e il ritorno del suo miglior marcatore, David Villa.


Ma quali sono le cause di questa pesante sconfitta?
Sicuramente il modulo ha inciso, le partite si vincono a centrocampo e non ti puoi permettere di andare ad affrontare la Spagna, che fa del possesso la sua arma migliore, con solo due uomini in mezzo al campo. Ma questo non è l'unico motivo per il quale l'ipotesi 4-2-4 doveva essere scartata immediatamente, gli azzurri contro la Roja si sono schierati con Darmian e Spinazzola, due che nei rispettivi campionati non hanno giocato neanche un minuto, e sebbene Darmian …

Rassegna Stampa (6 Luglio 2017)

Buona domenica a tutti oggi è giorno di rassegna stampa, ma prima di iniziare vi ricordo di seguire le pagine social del Blog del Tifoso e di attivare le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog e col mondo dello sport. Iniziamo. 

La Gazzetta dello Sport:

Bolt the end, l'atleta giamaicano si ritira dopo il bronzo conquistato ai mondiali di atletica leggera a Londra.  Juve difesa al... verde, amichevole pessima per la Juve contro gli Spurs giocata con la terza maglia appunto verde.

QS:
In occasione dell'amichevole tra Wolfsburg e Fiorentina, la Viola ritrova Gomez il colpaccio che poi si rivelò Flop, dell'estate 2013.


Il Corriere dello Sport:

Anche il Corriere dedica la prima pagina alla brutta sconfitta a Londra della Juve ad opera del Tottenham. Spazio anche per il Napoli che affronterà Balo e il suo Nizza nei preliminari di Champions League, mentre Ancelotti porta a casa il primo titolo, dopo il pessimo pre-campionato.

Tuttosport:  Anche…

Italia: o si cambia o si resta a casa

Una sconfitta pesante da parte degli azzurri ieri sera alla Friends Arena contro la Svezia, una bruttissima prestazione degli azzurri, complice anche un arbitraggio scandaloso e un gioco molto scorretto dei giocatori svedesi. Tutti questi elementi messi assieme hanno portato ad un risultato che non ci fa per nulla piacere. Al ritorno a San Siro infatti, sarà assolutamente vietato prendere gol e bisognerà fare la partita perfetta se questa nazionale non vuole entrare nella storia per non essersi qualificata ai mondiali.

Il riassunto della partita
L'Italia sbaglia completamente l'approccio alla gara, pochissime occasioni create, la squadra sembrava che stesse aspettando di prender gol, nel finale sono saliti tutti ma senza una vera organizzazione tattica, il risultato è stato condizionato anche dall'arbitraggio, molteplici sono stati i falli degli svedesi non sanzionati, i nostri sono stati massacrati fisicamente, per non parlare del gol preso, nato da una distrazione della…