Passa ai contenuti principali

L'atto conclusivo dell'Europeo U21. La finale Germania-Spagna


Pagina Facebook
Pagina Google+
Pagina Instagram

30 giugno 2017, termina ufficialmente l'Europeo Under 21 svolto in Polonia, la finale dei "campioni di domani" è tra la Germania, miglior seconda dei gironi, e la Spagna, vincitrice del girone B.

Partono forte i tedeschi, colpiscono un palo con un colpo di testa di Mayer, e poi capitan Arnold sfiora la rete con una botta da fuori.
La Spagna prova a reagire agli attacchi tedeschi, sugli sviluppi di un corner, Bellierin sfiora il gol di testa. Partita botta e risposta tra le due squadre
Occasione al 15 esimo di Gnabry ma la palla finisce sull'esterno della rete, la Germania però, inizia a dominarla la Spagna va in difficoltà anche perché la formazione di Celades è molto statica molta statica la Spagna, ma per loro fortuna la Germania però non recise a concretizzare.
Prova a fare qualcosa la rojita ma i tedeschi si difendono alla grande. La Germania ci prova e al 39 cross dalla destra di Toljan trova la testa di Weiser tutto solo che mette sul palo più lontano il gol del vantaggio, la difesa spagnola immobile e imbarazzante.


A fine primo tempo 57% possesso palla tedesco a far capire quanto gli spagnoli non sono scesi in campo. Ma la Spagna prova a reagire nella ripresa ma trova ancora una difesa tedesca ottima.
Al 51 esce Jonny lo sostituisce Gayá, il tecnico spagnolo vuole sovrapposizioni da parte dei terzini. La Germania inizia a commettere molti falli con meritati cartellini per ovvie ragioni, la prima è che i tedeschi iniziano ad essere stanchi, ma soprattutto non vogliono far alzare il ritmo alla Rojita. La Spagna ci prova ha a disposizione anche un paio di Corner, i tedeschi spazzano, sempre, il primo finisce addirittura fuori dallo stadio. Ma la Spagna è viva, Saúl prova la botta da fuori, il portiere vola, ancora calcio d'angolo. Ci prova anche la Germania, azione personale di un tedesco che salta tutti, mette la palla in mezzo con un cross basso, ma l'occasione viene sprecata da Arlond. Imbucata di Gnabry, Kepa la leva la sfera dalla porta col piede, gran parata. Sul Corner Kempf di testa sfiora il palo, la palla è stata leggermente deviata ma l'arbitro non se ne accorge. Per la Spagna entra Williams per Sandro, la formazione iberica non riesce a fare niente mentre la Germania continua a creare e a sprecare. Ceballos, da fuori sfiora il gol, la sua squadra inizia a crederci e crea numerose occasioni. Celades prova l'ultima mossa disperata mettendo Mayoral per Llorente e passando al 4-2-4. Ma è inutile, non ci sono più occasioni e dopo 4 minuti di recupero, la gara finisce e la Germania è campione d'Europa Under 21. Titolo meritato, la Spagna ha sottovalutato gli avversari peccando di superbia. Solo una ventina di minuti giocati bene per la Spagna, inutili pertanto visto che i tedeschi sono stati un muro in fase difensiva.


Le pagelle:

Pollersbeck: 6.5
Toljan: 6+
Stark: 7
Kempf: 7
Gerhardt: 6
Haberer: 6
Weiser: 7
Meyer: 7.5
Arnold: 7.5
Gnabry: 6.5
Philipp: 5
Amiri: S.V.
Kohr: S.V.
Öztunali: S.V.


Kepa: 6+
Bellerin: 5
Meré: 5.5
Vallejo: 5
Jonny: 4.5
Saúl: 5-
Llorente: 5
Ceballos: 5.5
Deulofeu: 6.5
Sandro: 4
Asensio: 4.5
Gayá: 5.5
Williams: 6-
Mayoral: S.V.


Tecnici:

Kuntz: 6.5

Celades: 5


Arbitraggio: 6



Se l'articolo ti è piaciuto lascia un like, nel caso contrario lascia un commento e dimmi cosa non ti è piaciuto. Seguite la Pagina Instagram e Google+ e lasciate like alla Pagina Facebook, Il Blog del Tifoso. Un saluto, ci vediamo domani con un nuovo articolo.

Pagina Facebook
Pagina Google+
Pagina Instagram

A cura di Simone Palumbo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Che partita... orrenda, l'Italia ne prende tre al Bernabéu. Le cause della sconfitta

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

"Vi stupiremo" queste le parole di Ventura alla vigilia del match contro gli iberci, e almeno su questo il tecnico della nazionale non ha sbagliato, nessuno però si aspettava una prestazione così brutta degli azzurri che in partita non sono mai entrati, giornata perfetta per la Spagna che ha potuto fare tutto quello che voleva, si è goduta le giocate di Isco e il ritorno del suo miglior marcatore, David Villa.


Ma quali sono le cause di questa pesante sconfitta?
Sicuramente il modulo ha inciso, le partite si vincono a centrocampo e non ti puoi permettere di andare ad affrontare la Spagna, che fa del possesso la sua arma migliore, con solo due uomini in mezzo al campo. Ma questo non è l'unico motivo per il quale l'ipotesi 4-2-4 doveva essere scartata immediatamente, gli azzurri contro la Roja si sono schierati con Darmian e Spinazzola, due che nei rispettivi campionati non hanno giocato neanche un minuto, e sebbene Darmian …

Rassegna Stampa (6 Luglio 2017)

Buona domenica a tutti oggi è giorno di rassegna stampa, ma prima di iniziare vi ricordo di seguire le pagine social del Blog del Tifoso e di attivare le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog e col mondo dello sport. Iniziamo. 

La Gazzetta dello Sport:

Bolt the end, l'atleta giamaicano si ritira dopo il bronzo conquistato ai mondiali di atletica leggera a Londra.  Juve difesa al... verde, amichevole pessima per la Juve contro gli Spurs giocata con la terza maglia appunto verde.

QS:
In occasione dell'amichevole tra Wolfsburg e Fiorentina, la Viola ritrova Gomez il colpaccio che poi si rivelò Flop, dell'estate 2013.


Il Corriere dello Sport:

Anche il Corriere dedica la prima pagina alla brutta sconfitta a Londra della Juve ad opera del Tottenham. Spazio anche per il Napoli che affronterà Balo e il suo Nizza nei preliminari di Champions League, mentre Ancelotti porta a casa il primo titolo, dopo il pessimo pre-campionato.

Tuttosport:  Anche…

Italia: o si cambia o si resta a casa

Una sconfitta pesante da parte degli azzurri ieri sera alla Friends Arena contro la Svezia, una bruttissima prestazione degli azzurri, complice anche un arbitraggio scandaloso e un gioco molto scorretto dei giocatori svedesi. Tutti questi elementi messi assieme hanno portato ad un risultato che non ci fa per nulla piacere. Al ritorno a San Siro infatti, sarà assolutamente vietato prendere gol e bisognerà fare la partita perfetta se questa nazionale non vuole entrare nella storia per non essersi qualificata ai mondiali.

Il riassunto della partita
L'Italia sbaglia completamente l'approccio alla gara, pochissime occasioni create, la squadra sembrava che stesse aspettando di prender gol, nel finale sono saliti tutti ma senza una vera organizzazione tattica, il risultato è stato condizionato anche dall'arbitraggio, molteplici sono stati i falli degli svedesi non sanzionati, i nostri sono stati massacrati fisicamente, per non parlare del gol preso, nato da una distrazione della…