Passa ai contenuti principali

Il Mercato che farei F.C. Barcelona



Il Mercato che farei

F.C. BARCELONA


In questo articolo andremo a vedere quello che sarebbe il mercato che tenterei di fare se fossi un dirigente del F.C. Barcelona. Iniziamo:

Reparto difensivo:

Questo è decisamente il reparto dove i blaugrana devono lavorare di più, trai pali i catalani sono messi bene, Ter Stegen e Cillessen vanno più che bene, proverei solo a mettere in vendita Jordi Masip. Sulle fascie sicuramente Roberto va sostituito, lo spagnolo è un vero e proprio centrocampista, che però ha dovuto fare la parte del terzino senza neanche riuscirci molto bene, anzi. Il Barça è molto interessato a Hector Bellierin, cresciuto nella Masia assieme a quello che dovrebbe essere il suo sostituto, Aleix Vidal, che questa stagione è stato messo prima fuori squadra da Luis Erinque poi quando ha ripreso a giocare ha subito un grave infortunio che lo ha messo K.O. per il resto della stagione. Per il discorso centrali, Mathieu lo metterei sul mercato, ma se dovesse rimanere come quarto difensore non mi dispiacerebbe. Umtiti e Piqué saranno i titolari, Mascherano probabilmente partirà al suo posto il Barça aveva in mente Theo Hernandez, centrale francese del Deportivo Alaves in prestito dall'Atletico de Madrid, ma il Real ha offerto 60mln ai cugini e a quanto sembra ora al giocatore sta a scegliere il suo destino, potrebbe anche andare quindi in Catalogna. Nel caso non arrivasse io prenderei o l'Argentino dello United Rojo oppure Tah del Bayer 04 Leverkusen. La Roma non riscatterà Vermaelen, quindi si dovrà scegliere se puntare su di lui o su Mathieu (Ovviamente si può anche scegliere anche di vendere entrambi). Per la fascia sinistra Jordi Alba e Digne sono perfetti.

Centrocampo:

In mezzo al campo non ci sono tanti problemi, ma qualche acquisto qua e là si può fare. Busquets è straordinario, ma magari un sostituto farebbe comodo, si può provare con l'ex Monaco 1860 Julian Weigl, attualmente in forza al Borussia Dortmund. Si parla molto di Verratti dalle parti del Ciutat Esportiva Joan Gamper, ma la strada per arrivare al centrocampista italiano è complessa. Se il pilastro della nazionale azzurra arrivasse, Rakitic perderebbe il posto e molte Big sarebbero su di lui, ma lo terrei con tutte le forze dato che comunque avrebbe un buon minutaggio. I flop questa stagione sono stati André Gomes e Denis Suarez, il portoghese lo terrei per fare il sostituto di Iniesta mentre il canterano lo manderei in prestito secco a fare esperienza. Arda Turan invece lo venderi facendoci buoni 50 mln (O almeno 30) El Mago Turco non è mai entrato perfettamente negli schemi dei blaugrana, il modulo dove rende meglio è il 4-2-3-1 non un classico 4-3-3. Ritengo quindi che la soluzione migliore sia venderlo, la sua cessione permetterebbe di recuperare parte dei soldi spesi.

Reparto offensivo:

In attacco c'è poco da dire, il tridente magico non si tocca, ma è vero che Messi, Neymar e Suarez ogni tanto devono rifiatare, e per farlo servono i sostituti giusti. Per la punta proverei a trattare Mbappè, magari lasciandolo ancora un altro anno a Montecarlo per farlo maturare. Comunque l'attaccante centrale non è una priorità, Paco Alcacer può andare bene nonostante non stia rendendo come sperato. Sulla sinistra il nome caldo è Coutinho, il blaugrana già si sono mossi, il Liverpool avrebbe già accettato un'offerta da 90 mln di euro e il brasiliano avrebbe detto si. Secondo però alcune indiscrezioni, l'ala della Seleção potrebbe dire di no dopo che un tifoso dei Reds gli avrebbe distrutto l'auto appena sentito la notizia del suo trasferimento. Sulla destra prenderei Sanè dal Man City, in realtà il tedesco è un esterno sinistro, ma può facilmente giocare dalla parte opposta.

Riepilogando:

Acquisti:

Portieri: //
Difensori: Bellierin, Rojo, Theo Hernandez/ Tah
Centrocampo: Verratti, Weigl
Attacco: Mbappè// Coutinho, Sanè

Cessioni:

Portieri: Jordi Masip
Difensori: Vermaelen, Mathieu, Mascherano
Centrocampo: Arda Turan, Denis Suarez
Attacco: //

Formazione:

Ter Stegen (Cillessen)
Bellierin (Aleix Vidal)
Piqué (Theo Hernandez/Tah)
Umtiti (Rojo)
Jordi Alba (Digne)
Busquets (Weigl/Roberto)
Verratti (Rakitic/Roberto)
Iniesta (André Gomes/Roberto)
Messi (Sanè)
Suarez (Paco Alcacer/Mbappè)
Neymar (Coutinho)

Per quanto riguarda il discorso allenatore, ci sono vari nomi ma di questo parleremo in un prossimo articolo 


Commenti

Post popolari in questo blog

Italia: o si cambia o si resta a casa

Una sconfitta pesante da parte degli azzurri ieri sera alla Friends Arena contro la Svezia, una bruttissima prestazione degli azzurri, complice anche un arbitraggio scandaloso e un gioco molto scorretto dei giocatori svedesi. Tutti questi elementi messi assieme hanno portato ad un risultato che non ci fa per nulla piacere. Al ritorno a San Siro infatti, sarà assolutamente vietato prendere gol e bisognerà fare la partita perfetta se questa nazionale non vuole entrare nella storia per non essersi qualificata ai mondiali.

Il riassunto della partita
L'Italia sbaglia completamente l'approccio alla gara, pochissime occasioni create, la squadra sembrava che stesse aspettando di prender gol, nel finale sono saliti tutti ma senza una vera organizzazione tattica, il risultato è stato condizionato anche dall'arbitraggio, molteplici sono stati i falli degli svedesi non sanzionati, i nostri sono stati massacrati fisicamente, per non parlare del gol preso, nato da una distrazione della…

Ora Gerard tocca a te

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

Nella vittoria a Madrid contro il Getafe Valverde perde uno dei pezzi più pregiati della sua rosa, l'uomo mercato della calda estate blaugrana, chiamato a sostituire Neymar, ma che ora dovrà recuperare sia dall'infortunio, sia la condizione fisica e in più non sarà ancora integrato con il resto della squadra, quasi una stagione buttata per un "ragazzino" pagato quasi 150 milioni, ora costretto a star fermo per almeno 4 mesi.
Ma come l'infortunio di Milik nel Napoli, ha permesso di scoprire a Sarri la dote di bomber di Mertens, Valverde ora può puntare sul talento di Gerard Deulofeu, il canterano da quando è tornato ha sempre offerto grandi prestazioni quando è stato chiamato in causa. Ma l'ex Everton non è l'unico giocatore disponibile per Valverde in quel ruolo, l'infortunio di Dembélé da spazio anche a due giocatori quali Denis Suarez e Arda Turan, due giocatori pieni di talento ma che devono essere recu…

L'Italia si ferma contro il muro Spagna, fine del sogno azzurro. Analisi Euro U21, Spagna-Italia

Pagina Facebook
Pagina Instagram
Pagina Google+

A Cracovia l'Italia arriva senza Berardi e Conti per squalifica, li sostituiscono Calabria e Petagna. Gli azzurrini si trovano davanti la Spagna, l'avversario più tosto dell'Europeo.


La Spagna addormenta la partita con il solito Tiki-Taka e il ritmo è lento, non ci sono grandi azioni in un primo tempo squallido.
Inizia la ripresa, e ci sono ancora poche azioni. L'Italia difende molto bene ma al 53esimo lasciano uno spazio gli azzurrini e Saúl mette dentro da fuori area.
Al 58esimo fallo di frustrazione di Gagliardini, era già ammonito, doppio giallo in dieci gli azzurrini. Uomini di Di Biagio ci credono e con un'azione spettacolare dell'Italia in particolare di Bernardeschi, porta tutti a spazio poi il suo sinistro deviato finisce in rete.
Per la terza volta, si alza Cerri l'Italia segna.
La Spagna reagisce subito, dalla distanza sempre Saúl. In ritardo Donnarumma. Entra Cerri per Petagna al 73' l'It…