Passa ai contenuti principali

Il Mercato che farei A.C.F. Fiorentina



Eccoci tornati con un nuovo articolo del mercato che farei, in questo articolo parleremo della A.C.F. Fiorentina. La Viola nella stagione appena conclusa ha fallito l'obbiettivo UEFA Europa League, la Fiore in fatti è arrivata ottava e non ha vinto la Tim Cup. Quindi dopo una stagione sotto le aspettative, bisognerà cambiare registro. Analizziamo ora i vari reparti, ricordiamoci di avere un budget di 15.5
I portieri:

Tatarusanu
Sportiello
Dragowski
Satalino
Lezzerini

Tatarusanu o Sportiello? Questo è il dilemma. Quello del portiere è decisamente un bel problema visto che sono entrambi buoni, io però opterei per Sportiello per due motivi, il primo per una questione di età visto che il Rumeno ha 31 anni mentre il numero 57 ne ha 25. Il secondo motivo è che Sportiello è in prestito fino al 2018 con diritto di riscatto mentre Tatarusanu possiamo venderlo subito, il suo cartellino è di 4 mln che aggiunti ai 15.5 di partenza fanno 19.5 mln. Dragowski lo terrei come secondo, è il momento di puntarci, mentre presterei Satalino e terrei Lezzerini come terzo anche se si potrebbe vendere per 400 mila euro.

Difensori:

Astori
Salcedo
Tomovic
Rodríguez
De Maio
Gigli
Madrigali
Bagadur
Boccardi
Hugo
Milenkovic

La società a deciso di svincolare Rodríguez che quindi partirà a zero, in compenso la Viola ha speso 5.1 mln per Milenkovic e 8 mln per Victor Hugo. Io farei partite in prestito Boccardi, Bagadur, Madrigali e Gigli e cederei a titolo definitivo per 3.3 mln Tomovic che non è proprio gradito dalla piazza e non riscatterei De Maio al contrario di Salcedo che ha un riscatto di 3.5 mln che eserciterei. A questo punto prenderei due centrali, il primo per otto milioni è Raúl Albiol, il secondo è Federico Barba dell'Empoli che ti porti a casa per 3.5 mln. Il reparto difensivo sarebbe composto da:

Astori
Albiol
Salcedo
Hugo
Barba
Milenkovic



E un bilancio di +4,7.
Ora passiamo agli esterni:

Olivera
Milic
Gilberto
Sanna
Venuti
Diks
Zanon

Olivera ha un obbligo di riscatto di 2.5 mln dunque il nostro budget scende a 2.2 mln. Milic lo venderi per 1 milione così come Gilberto che partirebbe per 700 mila euro. Venuti, che questa stagione è stato titolare a Benevento, si potrebbe tenere come panchinaro ma io punteri su Diks e andrei a cedere l'italiano per un milione, mentre presterei il ventenne Sanna e anche Zanon. A questo punto bisogna comprare, io andrei a prendere per 3.3mln Basta dalla Lazio, avevo pensato anche a fare il colpaccio Conti ma il problema non è tanto il cartellino, visto che guadagneremo dalla cessione di qualche centrocampista/attaccante e con contropartite tecniche inserite nella trattiva riusciremo ad abbassare il prezzo, ma la voglia del giocatore di venire a Firenze, visto che non giocherebbe l'Europa ed ha offerte migliori. Gli esterni sarebbero quindi:

Olivera
Basta
Diks

Il bilancio sarebbe +600.000 euro
A centrocampo abbiamo:

Badelj
Sanchez
Vecino
Valero
Cristoforo
Castrovilli
Pandolfi
Berardi
Fernandez
Petriccione
Bangu
Salifu
Schettino

Cristoforo e Sanchez vanno riscattati e insieme ci costano 6.5mln e per risalare il bilancio dobbiamo fare una cessione importante, venderi Badelj. Il croato ha il contratto in scadenza nel 2018 ma ci sono molte squadre su di lui e il cartellino è di 11 milioni, proverei a cederlo per una cifra appena superiore: 11 milioni e mezzo. Ora parliamo di Fernandez, il Milan ha un diritto di riscatto di 1 mln e nel caso non fosse esercitato potremo venderlo sui 4.5 mln. Infine manderi via in prestito: Pandolfi, Berardi, Petriccione, Bangu, Salifu e Schettino tenendo Castrovilli. Volendo si potrebbe prendere Kucka dal Milan per 9 mln anche se abbiamo già varie alternative a centrocampo.
Il nuovo centrocampo sarebbe composto da:

Valero
Sanchez
Kucka
Vecino
Cristoforo
Castrovilli

Passiamo ora alle seconde punte/ali:

Bernardeschi
Ilicic
Saponara
Chiesa
Hagi
Reymão
Tello
Minelli
Báez
Rebic

La priorità è tenere Federico Bernardeschi, quindi lo blinderei. Discorso diverso per Ilicic che lasciarei partite per 10 mln. Tello tornerà al Barça, mentre manderi in prestito uno tra Reymão e Hagi anche se preferirei tenere il belga, che rimarrà come riserva assieme a Minelli. Báez e Rebic li venderi e complessivamente guadagneremo 2.4 mln. Terrei Chiesa e Saponara e andrei a prendere in prestito per due anni Gabigol, mettendo però la possibilità pagando 7 mln, all'Inter di riprendersi dopo un anno il brasiliano.
Il reparto sarebbe composto da:

Bernardeschi
Chiesa
Saponara
Gabigol
Hagi
Minelli

Il budget rimanente sarebbe di 13 milioni e mezzo. Ora passiamo alle punte. I bomber sono:

Kalinic
Babacar
Rossi
Beleck

Iniziamo col dire che Rossi sarà svincolato visto che non ha rinnovato, Beleck lo venderi per 300 mila euro mentre piazzerei per 10 mln anche Babacar, Kalinic invece ha una clausola di 50mln ma il suo valore e di 30, credo che si riuscirà a vendere per 40mln nel caso volessimo lasciarlo partire, cosa che credo sia la più giusta. Per il nuovo Babacar io prenderei Pavoletti oppure Lapadula, ma questa è una pista più difficile quindi opterei per l'ex Genoa. Farei un'offerta al Napoli di prestito con diritto di riscatto fissato a 18mln (Cioè la cifra che ha speso il Napoli per lui). Invece per il sostituto del croato proverei a riportare in Italia Super-Mario Balotelli, ma non so quanto voglia tornare visto che su di lui c'è anche il Dortmund, ma Firenze gli può dare la possibilità per andare in Russia, per lui dovremmo sborsare 20mln. Ma siccome 63.8 mln potremo puntare ad altro, i nomi sono Alexandre Lacazette o Karim Benzema. Quest'ultimo mi sembra più difficile da arrivare. Quindi in attacco avremo:

Balotelli/Lacazette
Pavoletti


Ricapitolando il mercato della Fiorentina sarebbe in entrata:

Albiol
Barba
Basta
Kucka
Gabigol
Balotelli/Lacazette
Pavoletti

In uscita:

Tatarusanu
Satalino (P)
Boccardi (P)
Bagadur (P)
Madrigali (P)
Gigli (P)
Tomovic
Milic
Gilberto
Venuti
Sanna (P)
Zanon (P)
Badelj
Fernandez
Pandolfi (P)
Berardi (P)
Petriccione (P)
Bangu (P)
Salifu (P)
Ilicic
Tello
Reymão (P)
Báez
Rebic
Beleck
Rossi
Babacar
Kalinic

La formazione tipo per la stagione 2017-2018 sarebbe:

Sportiello (Dragowski)

Albiol (Barba)
Astori (Milenkovic)
Salcedo (Hugo)

Basta (Bernardeschi/Diks)
Valero (Sanchez/Castrovilli)
Kucka (Vecino/Cristoforo)
Olivera (Valero)

Bernardeschi (Chiesa/Minelli)
Saponara (Gabigol/Hagi)

Lacazette/Balotelli (Pavoletti)

Nel caso il nuovo tecnico Pioli vorrebbe usare il 4-2-3-1 la formazione potrebbe essere:

Sportiello (Dragowski)

Basta (Diks)
Albiol (Hugo)
Astori (Barba)
Olivera (Salcedo)

Kucka (Valero)
Vecino (Cristoforo)

Bernardeschi (Chiesa)
Saponara (Valero)
Gabigol (Saponara/Hagi)

Lacazette/Balotelli (Pavoletti) 




Commenti

Post popolari in questo blog

Italia: o si cambia o si resta a casa

Una sconfitta pesante da parte degli azzurri ieri sera alla Friends Arena contro la Svezia, una bruttissima prestazione degli azzurri, complice anche un arbitraggio scandaloso e un gioco molto scorretto dei giocatori svedesi. Tutti questi elementi messi assieme hanno portato ad un risultato che non ci fa per nulla piacere. Al ritorno a San Siro infatti, sarà assolutamente vietato prendere gol e bisognerà fare la partita perfetta se questa nazionale non vuole entrare nella storia per non essersi qualificata ai mondiali.

Il riassunto della partita
L'Italia sbaglia completamente l'approccio alla gara, pochissime occasioni create, la squadra sembrava che stesse aspettando di prender gol, nel finale sono saliti tutti ma senza una vera organizzazione tattica, il risultato è stato condizionato anche dall'arbitraggio, molteplici sono stati i falli degli svedesi non sanzionati, i nostri sono stati massacrati fisicamente, per non parlare del gol preso, nato da una distrazione della…

Ora Gerard tocca a te

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

Nella vittoria a Madrid contro il Getafe Valverde perde uno dei pezzi più pregiati della sua rosa, l'uomo mercato della calda estate blaugrana, chiamato a sostituire Neymar, ma che ora dovrà recuperare sia dall'infortunio, sia la condizione fisica e in più non sarà ancora integrato con il resto della squadra, quasi una stagione buttata per un "ragazzino" pagato quasi 150 milioni, ora costretto a star fermo per almeno 4 mesi.
Ma come l'infortunio di Milik nel Napoli, ha permesso di scoprire a Sarri la dote di bomber di Mertens, Valverde ora può puntare sul talento di Gerard Deulofeu, il canterano da quando è tornato ha sempre offerto grandi prestazioni quando è stato chiamato in causa. Ma l'ex Everton non è l'unico giocatore disponibile per Valverde in quel ruolo, l'infortunio di Dembélé da spazio anche a due giocatori quali Denis Suarez e Arda Turan, due giocatori pieni di talento ma che devono essere recu…

L'Italia si ferma contro il muro Spagna, fine del sogno azzurro. Analisi Euro U21, Spagna-Italia

Pagina Facebook
Pagina Instagram
Pagina Google+

A Cracovia l'Italia arriva senza Berardi e Conti per squalifica, li sostituiscono Calabria e Petagna. Gli azzurrini si trovano davanti la Spagna, l'avversario più tosto dell'Europeo.


La Spagna addormenta la partita con il solito Tiki-Taka e il ritmo è lento, non ci sono grandi azioni in un primo tempo squallido.
Inizia la ripresa, e ci sono ancora poche azioni. L'Italia difende molto bene ma al 53esimo lasciano uno spazio gli azzurrini e Saúl mette dentro da fuori area.
Al 58esimo fallo di frustrazione di Gagliardini, era già ammonito, doppio giallo in dieci gli azzurrini. Uomini di Di Biagio ci credono e con un'azione spettacolare dell'Italia in particolare di Bernardeschi, porta tutti a spazio poi il suo sinistro deviato finisce in rete.
Per la terza volta, si alza Cerri l'Italia segna.
La Spagna reagisce subito, dalla distanza sempre Saúl. In ritardo Donnarumma. Entra Cerri per Petagna al 73' l'It…