Passa ai contenuti principali

Calciomercato: Tutte le principali trattive andate in porto



La stagione è ormai finita e ora si sta entrando nel vivo del calciomercato, oggi andremo a vedere quali sono i colpi che hanno messo a segno le varie società:

A.C. Milan: 

André Silva, il portoghese arriva dal Porto per 38 milioni di euro e si porta alle spalle un bottino di 16 gol in 32 partite in Liga Nos, 4 reti in 8 partite in UCL. L'ormai è Porto è stato sponsorizzato perfino da Cristiano Ronaldo, il Milan ha fatto un grosso colpo.


Mateo Musacchio, arriva dal Villareal un ottimo difensore pagato 18mln. Musacchio è un centrale abbastanza esperto ma non è troppo avanti con l'età, infatti ha 27 anni e darà una grande mano al reparto difensivo rossonero.


Ricardo Rodriguez, è stato sempre un tormentone estivo qui in Italia e quest'anno è finalmente arrivato, la squadra di Yong Hong Li lo ha strappato dal Wolfsburg per 18 milioni.


Frank Kessiè, nato un dubbio su quanti anni ha realmente, non si hanno dubbi però su quanto è stata positiva la scorsa annata con l'Atalanta. Il Milan è riuscito ad aggiudicarselo, la formula è stata prestito biennale oneroso a 5mln con obbligo di riscatto.



Juventus:

Patrick Schick, non si sa ancora la formula ma ormai è certo Patrick Schick sarà un nuovo giocatore della Juventus. Il ceco dopo una grandissima stagione in blucerchiato approda a Vinovo e giocherà coi campioni d'Italia.



Roma:

Hector Moreno, il messicano è il primo acquisto giallorosso, pagato 5,7 milioni il capitano del tricolor darà sostanza al centrocampo giallorosso. Bel colpo.



Fiorentina:

Victor Hugo, pagato 8 milioni, Hugo è un difensore centrale brasiliano abbastanza buono, diciamo che sa fare bene il suo lavoro e può essere il sostituto perfetto di Gonzalo Rodriguez, vedremo se confermerà le ottime prestazioni in Brasile anche a Firenze.


Nikola Milenkovic, talento diciannove pagato 5.1 milione, questo difensore ha stupito i dirigenti viola con la maglia del Partizan e credo sarà un'ottima riserva ma non bisogna bruciarlo.




Bayern München:

Corentin Tolisso, pagato 40,1 milioni che con i bonus potrebbero superare i 47, è il giocatore più pagato della storia del Bayern, strappato ad altre Big d'Europa dopo la fantastica stagione con il OL, il francese andrà a sostituire Xabi Alonso che ha appeso gli scarpini al chiodo. Vedremo come se la caverà in una delle piazze più importanti al mondo.


Serge Gnabry, preso per 10 milioni, promettente ala tedesca che questa stagione ha giocato per il Wender Brema e in passato a militato nell'Arsenal.



Monaco
:

Benaglio
, nel principato non ci sono solo soldi, ma anche un progetto, il portiere svizzero è un ottimo acquisto col quale confermarsi nella prossima stagione.



Manchester City:

Bernardo Silva, dopo l'ottima stagione con il Monaco approda dai Citizen per aiutare la squadra a tornare al successo in BPL, vedremo come andrà a finire e se dimostrerà di valere i 50 milioni che il City ha speso.



Ederson, nonostante in rosa già c'era Bravo, il City decide di spendere 40 milioni per il portiere 23enne del Benfica. Dirigenza un po troppo sprecona.



Bene questa era una breve panoramica degli acquisti fatti fino ad ora, fatemi sapere che ne pensate. Ci vediamo domani con un nuovo articolo. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Italia: o si cambia o si resta a casa

Una sconfitta pesante da parte degli azzurri ieri sera alla Friends Arena contro la Svezia, una bruttissima prestazione degli azzurri, complice anche un arbitraggio scandaloso e un gioco molto scorretto dei giocatori svedesi. Tutti questi elementi messi assieme hanno portato ad un risultato che non ci fa per nulla piacere. Al ritorno a San Siro infatti, sarà assolutamente vietato prendere gol e bisognerà fare la partita perfetta se questa nazionale non vuole entrare nella storia per non essersi qualificata ai mondiali.

Il riassunto della partita
L'Italia sbaglia completamente l'approccio alla gara, pochissime occasioni create, la squadra sembrava che stesse aspettando di prender gol, nel finale sono saliti tutti ma senza una vera organizzazione tattica, il risultato è stato condizionato anche dall'arbitraggio, molteplici sono stati i falli degli svedesi non sanzionati, i nostri sono stati massacrati fisicamente, per non parlare del gol preso, nato da una distrazione della…

Ora Gerard tocca a te

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

Nella vittoria a Madrid contro il Getafe Valverde perde uno dei pezzi più pregiati della sua rosa, l'uomo mercato della calda estate blaugrana, chiamato a sostituire Neymar, ma che ora dovrà recuperare sia dall'infortunio, sia la condizione fisica e in più non sarà ancora integrato con il resto della squadra, quasi una stagione buttata per un "ragazzino" pagato quasi 150 milioni, ora costretto a star fermo per almeno 4 mesi.
Ma come l'infortunio di Milik nel Napoli, ha permesso di scoprire a Sarri la dote di bomber di Mertens, Valverde ora può puntare sul talento di Gerard Deulofeu, il canterano da quando è tornato ha sempre offerto grandi prestazioni quando è stato chiamato in causa. Ma l'ex Everton non è l'unico giocatore disponibile per Valverde in quel ruolo, l'infortunio di Dembélé da spazio anche a due giocatori quali Denis Suarez e Arda Turan, due giocatori pieni di talento ma che devono essere recu…

L'Italia si ferma contro il muro Spagna, fine del sogno azzurro. Analisi Euro U21, Spagna-Italia

Pagina Facebook
Pagina Instagram
Pagina Google+

A Cracovia l'Italia arriva senza Berardi e Conti per squalifica, li sostituiscono Calabria e Petagna. Gli azzurrini si trovano davanti la Spagna, l'avversario più tosto dell'Europeo.


La Spagna addormenta la partita con il solito Tiki-Taka e il ritmo è lento, non ci sono grandi azioni in un primo tempo squallido.
Inizia la ripresa, e ci sono ancora poche azioni. L'Italia difende molto bene ma al 53esimo lasciano uno spazio gli azzurrini e Saúl mette dentro da fuori area.
Al 58esimo fallo di frustrazione di Gagliardini, era già ammonito, doppio giallo in dieci gli azzurrini. Uomini di Di Biagio ci credono e con un'azione spettacolare dell'Italia in particolare di Bernardeschi, porta tutti a spazio poi il suo sinistro deviato finisce in rete.
Per la terza volta, si alza Cerri l'Italia segna.
La Spagna reagisce subito, dalla distanza sempre Saúl. In ritardo Donnarumma. Entra Cerri per Petagna al 73' l'It…